Nel pomeriggio del 26 novembre, circa 90 Fratelli di 17 Istituti si sono riuniti presso la Casa Generalizia dei Fratelli de La Salle a Roma. Hanno partecipato dodici Superiori Generali di queste Congregazioni. Questo è stato l’ottavo incontro organizzato dal Gruppo Tutti Fratelli a Roma. Un gruppo di Fratelli di diverse Congregazioni che si riunisce mensilmente per “promuovere la nostra vocazione di Fratelli religiosi e riflettere sulla loro identità e missione nella Chiesa e nel mondo, essendo segni visibili del dono della fraternità”.
L’incontro è stato guidato dalla riflessione offerta da P. José Cristo Rey García Paredes, CMF, sul tema “Complici dello Spirito”. Fratelli nella Missio Dei”. Con la sua consueta capacità di comunicare, don Cristo Rey ha incoraggiato la riflessione sul concetto di missione. Possiamo riassumere il cambiamento del concetto di missione a cui siamo chiamati in queste espressioni:
– Di solito pensiamo alla ‘missione’ come a una caratteristica della Chiesa; come a qualcosa che le appartiene e di cui è responsabile e protagonista.
– Missione” è un verbo che è il protagonista del nostro Dio tri-unitario. È soprattutto “Missio Dei”, “Missio Jesu”, “Missio Spiritus”.
– La Chiesa, le Congregazioni, le nostre comunità, ognuno di noi è complice – collaboratore in questa Missione di Dio.
Dopo la riflessione, c’è stata una riunione in piccoli gruppi linguistici per condividere i sentimenti e le idee che ogni Fratello aveva provato durante la conferenza. Una condivisione e alcune domande al relatore hanno concluso la riflessione, sottolineando i cambiamenti che dobbiamo fare per assumere questo nuovo modo di intendere la missione. Ovviamente, intesa in questo modo, la missione non termina con la fine della vita lavorativa.
Seguì un momento di preghiera nella cappella della casa, accanto alla tomba di San Giovanni Battista de La Salle. La giornata si è conclusa con una cena fraterna offerta dal Superiore Generale dei Fratelli de La Salle, un altro segno dell’accoglienza fraterna che i Fratelli de La Salle ci riservano sempre.
Come negli incontri precedenti, il “Dono della Fraternità” si è manifestato in un’atmosfera di accoglienza, gioia e impegno a rendere la nostra vita una testimonianza vivente di fraternità.