In Passo Fundo, dal 15 al 17 novembre, presso il Centro Taborin di Passo Fundo, in un ambiente completamente rinnovato, si è tenuto il primo ritiro dei gruppi delle Fraternità nazarene del Brasile.
In tali giorni, la riflessione del ritiro si è concentrata sui temi dei documenti di Papa Francesco che  invitano a partire e sulle conseguenze che hanno nell’imminenza della Conferenza episcopale del Brasile, in particolare sui laici: i laici come protagonisti necessari nella Chiesa e nella società dei nostri tempi, superando il clericalismo ancora molto forte.

A tal fine erano presenti un insegnante di teologia pastorale e un altro sacerdote, oltre al contributo dei fratelli e dei membri laici del coordinamento delle fraternità della Provincia. Inoltre, essendo stato il primo incontro di tutte le fraternità, ha avuto diversi momenti di reciproca integrazione e conoscenza.
Tra l’altro, ogni unità è stata invitata a portare alcune specialità alimentari dalla propria comunità o regione: è stata una ricchezza condivisa.

L’incontro è culminato in una celebrazione eucaristica con il sacerdote invitato e il pranzo d’addio.
In sede di valutazione si sottolinea che il ritiro è stato una grande risorsa, oltre che uno spazio molto accogliente ed è attesa con impazienza una nuova edizione nel 2020 con la possibile celebrazione dell’ “impegno” di alcuni membri.