Un paese relativamente piccolo (256.400 kmq) con un ridotto numero di abitanti (17.400.000) ma che offre una grande diversità climatica legata alle tre regioni: costiera, andina e amazzonica oltre che al tesoro naturale delle Galapa¬gos. Anche la popolazione è variegata: bianchi, indios, neri e meticci che costi¬tuiscono il nucleo preponderante.
Vivo a Guaranda 2.700 s/m, citta¬dina di 30.000 abitanti situata nella zona interandina e sovrastata dal vulcano Chimborazo (6.263 m.) che, misurato dal centro della Terra è ritenuto “il punto più vicino al sole”. Le attività principali della città sono legate agli uffici amministra¬tivi, al commercio e ai centri scolastici mentre nei dintorni si sviluppa l’agricol¬tura, l’allevamento. Vi sono attività arti¬gianali ma non esistono industrie. È interessante vedere il brulicare della gente dei dintorni, con i suoi costumi tradizio¬nali, che invade la città per vendere i pro¬dotti della campagna e approvvigionarsi.
Qui i Fratelli della Spagna sono arri¬vati nel 2.000 e gestiscono il “Colegio Verbo Divino” di 1.700 alunni. Attual¬mente l’attività scolastica si svolge on¬line, a causa della pandemia, ma con evidenti difficoltà legate ai mezzi tecnici che non tutti possiedono e al prolungarsi della situazione che demotiva l’impegno di molti. Pure il carnevale, evento-spetta¬colo tipico della città, ne ha fatto le spese.
La comunità è anche impegnata nell’animazione vocazionale per sti¬molare giovani del posto a seguire le orme di Fratel Gabriele. Attualmente sono cinque i Fratelli ecuadoriani e due della vicina Colombia dove recente¬mente abbiamo perso un giovane di 28 anni a causa del Covid.
Mi sono affacciato da poco a questo mondo: osservo, scopro e imparo. Colla¬boro nella pastorale indigena (catechesi) che si realizza nei piccoli centri dislocati. Alla domanda: “Com’è la gente?” ri¬spondo con una prima impressione: acco¬gliente ma piuttosto riservata. Sembra rispecchiare il tempo che ad un augurio lu¬minoso del sole mattutino si trasforma in un bigio-opaco nel resto della giornata.
fr. Luciano Zanin. (Preso da Semplicemente Fratello)