Nel mese di giugno si celebrano quattro solennità, tra cui quella del Sacro Cuore di Gesù. In tutte le lingue, in tutte le epoche, il cuore è considerato il simbolo naturale dell’amore e dell’affetto, e rappresenta la totalità della persona. Che simbolo più naturale ed espressivo dell’immenso amore di Gesù che il suo Cuore? Nella lettera circolare scritta il 6 gennaio 1878 da Fratel Amedeo, egli parla della relazione tra la devozione al Cuore di Gesù e la spiritualità della nostra Congregazione. Dice: “La devozione al Cuore di Gesù è iniziata nel seno della Santa Famiglia: Maria e Giuseppe sono stati i primi a rendergli adorazione, amore e ringraziamento.  In questa novena pregheremo e mediteremo come Maria e Giuseppe hanno mostrato il loro amore per il Cuore di Gesù.

 Giorno 16: La devozione di Maria al Cuore di Gesù attraverso l’obbedienza. Nonostante fosse turbata dalle parole dell’angelo, Maria mostra nella sua risposta un grande amore per il Figlio di Dio e una grande fedeltà. Non ha avuto paura di esprimere le sue obiezioni, ma alla fine ha mostrato la sua generosa devozione attraverso l’obbedienza.

 Preghiera per ogni giorno

Dio nostro Padre, che hai suscitato nella Chiesa il Venerabile Fratel Gabriele Taborin 
per promuovere l’educazione cristiana, la catechesi e l’animazione liturgica, 
concedici che, condividendo il suo carisma, 
sappiamo compiere oggi la nostra missione per il bene de la famiglia e della società
con la forza del tuo Spirito. 
Se è secondo la tua volontà, fa’ che egli venga riconosciuto nel numero dei santi, 
concedendoci per sua intercessione la grazia dicui abbiamo bisogno… 
(cita i nomi delle persone per cui vuoi pregare). 
Lo chiediamo con insistenza per Cristo nostro Signore. Amen 

Giorno 17: La devozione di Giuseppe al Cuore di Gesù attraverso l’obbedienza. La gravidanza di Maria lo disturbava molto. La sua prima reazione fu di rompere il fidanzamento. Non voleva causarle pena. Così ha deciso di agire in silenzio. Ma l’intervento dell’Angelo gli fece capire la volontà di Dio. Nonostante l’umiliazione pubblica che avrebbe affrontato, scelse l’obbedienza a causa dell’amore e della fede che aveva in Dio. Ha mostrato così la sua devozione attraverso l’obbedienza.

Preghiera per ogni giorno

Giorno 18: La devozione di Maria e Giuseppe al Cuore di Gesù attraverso la castità. Conosciamo molti testi sulla verginità di Maria e ci sono molti studi su questo argomento, ma che dire della verginità di Giuseppe? Ascoltiamo le belle e sublimi parole di San Bernardino da Siena: “Come può una mente discreta pensare che lo Spirito Santo avrebbe unito con una tale unione qualsiasi anima all’anima della Vergine, se non fosse stata la più simile a lei nella pratica della virtù? Ecco perché credo che Giuseppe, quest’uomo santissimo, era purissimo nella verginità, profondissimo nell’umiltà, ardentissimo nella carità, altissimo nella contemplazione e sollecito in tutto per la sua sposa”. Nella loro relazione reciproca Giuseppe e Maria hanno mostrato la loro devozione attraverso la castità.

Preghiera per ogni giorno

Giorno 19: La devozione di Maria e Giuseppe al Cuore di Gesù attraverso la povertà. San Giuseppe era solo un povero falegname e Maria scelse di sposarlo per amore della povertà. È molto chiaro che Maria e Giuseppe erano poveri. Vediamo che al momento della presentazione nel tempio non offrirono un agnello, che era l’offerta prescritta nel Levitico: “Per un figlio porterai un agnello” (Lev. 12:6), per coloro che potevano permetterselo, ma offrirono due tortore, o due piccioni, che era l’oblazione prescritta per i poveri. Maria e Giuseppe hanno mostrato la loro devozione attraverso la povertà.

Preghiera per ogni giorno

Giorno 20: La devozione di Maria e Giuseppe al Cuore di Gesù attraverso la fede. Indubbiamente, le qualità di leadership di Maria e Giuseppe, come la fede, la sensibilità, la disponibilità, l’onestà e la rettitudine, li fecero mettere la loro fiducia in Dio. Non sempre conoscevano tutti i dettagli, ma agivano con fede sapendo che Dio li avrebbe portati a fare passo successivo. Hanno mostrato la loro devozione attraverso la loro fede.

Preghiera per ogni giorno

Giorno 21: La devozione di Maria e Giuseppe al Cuore di Gesù attraverso la prudenza. La prudenza è la virtù che ha permesso loro di considerare ragionevolmente le loro opzioni e di scegliere l’azione giusta alla luce della fede. Questo è quello che è successo all’Annunciazione. Lei… rifletteva, si chiedeva, faceva domande e finalmente diede il suo consenso. Grazie alla prudenza, San Giuseppe ha potuto accettare più volte ciò che l’Angelo gli aveva detto in sogno. Attraverso la prudenza erano in grado di fare la volontà di Dio in ogni circostanza. Hanno mostrato la loro devozione attraverso la prudenza.

Preghiera per ogni giorno

Giorno 22: La devozione di Maria e Giuseppe al Cuore di Gesù attraverso la sofferenza. Quando Simeone profetizzò alla presentazione di Gesù nel tempio sulla sofferenza di Maria nel futuro, lei ha capito cosa le sarebbe successo, eppure scelse di passare attraverso la sofferenza. Più grande è la benedizione, maggiore è la sofferenza associata. Non c’è benedizione più grande di Gesù e Maria per Giuseppe. I due furono le più grandi benedizioni di Giuseppe, ma a queste benedizioni furono associate anche incredibili sofferenze. Ha sofferto perché li amava veramente. I due hanno mostrato la loro devozione attraverso la sofferenza.

Preghiera per ogni giorno:

Giorno 23: La devozione di Maria e Giuseppe al Cuore di Gesù attraverso il silenzio. In nessun luogo della Bibbia sentiamo una parola del grande San Giuseppe. Maria era anche silenziosa a volte, come è indicato nell’episodio della perdita di Gesù nel tempio. Rimase silenziosa davanti alla risposta di Gesù nel tempio. Questo silenzio li aiutò ad ascoltare la voce di Dio e a capire la sua volontà; inoltre, li aiutò a capire Gesù e i suoi sentimenti. Così, hanno mostrato la loro devozione attraverso il silenzio.

Preghiera per ogni giorno

24 Giorno: La devozione di Fratel Gabriel al Cuore di Gesù. Fratel Gabriele ha mostrato la potenza della sua fede attraverso le virtù menzionate in Maria e Giuseppe. (obbedienza, castità, povertà, fede, prudenza, accettazione della sofferenza e silenzio). Consideriamo le sue realizzazioni, quanto ha fatto per la piccola Congregazione dei Fratelli della Sacra Famiglia. Attraverso il suo esempio possiamo imitarlo nella nostra vita dicendo con tutto il cuore: “Sono il tuo servo, Signore”, come hanno detto Maria, Giuseppe e Fratel Gabriel. Maria, Giuseppe e Fratel Gabriele mostrarono la loro devozione al Cuore di Gesù amandolo e servendolo con tutto il cuore.

Preghiera per ogni giorno