Quando i Fratelli sono arrivati alla Scuola Superiore St. Xavier di Savariyar (India), una delle prime cose che ci hanno chiesto di affrontare è stata la mancanza di acqua. La zona in cui si trova la scuola è arida, con scarse precipitazioni e acqua di falda salata.
Col tempo siamo stati in grado di migliorare altre cose nella scuola, ma l’acqua era un problema. Dopo un sacco di raccolta di fondi, affrontando le difficoltà della pandemia e altri problemi tecnici, siamo stati finalmente in grado di installare un pozzo profondo 300 metri. L’acqua che abbiamo trovato è un po’ salata, ma grazie alla macchina di depurazione, siamo in grado di ottenere acqua potabile. Il flusso d’acqua è abbondante e l’acqua potabile ottenuta è sufficiente a soddisfare le esigenze della scuola.
Il 24 settembre è stato inaugurato e ha iniziato a funzionare. Ringraziamo Dio per questo dono e tutti coloro che hanno contribuito a rendere questo progetto una realtà, soprattutto Manos Unidas, Carumanda, le parrocchie e le scuole di Jadraque, Bujalaro, Atienza, Sigüenza, Burgos e Pradoluengo.