Dopo aver vissuto profondamente il nostro impegno cristiano, ispirato dal Carisma Nazareno e dall’eredità del nostro fondatore V. Fr. Gabriele Taborin, e dopo aver condiviso un anno di formazione permanente e di vita comunitaria secondo il Piano di Vita della nostra Fraternità Nazarena, due nuovi membri hanno deciso di impegnarsi come membri associati e sette hanno deciso di rinnovare gli impegni.  La cerimonia ha avuto luogo domenica 21 febbraio 2021, davanti all’Assemblea riunita nell’Eucaristia con presenza e virtualmente nella Cappella del Collegio della Sacra Famiglia. Il Fratello Alberto Redondo, delegato del Fratello Provinciale, ha ricevuto gli impegni.

Sabato 20 febbraio 2021, abbiamo tenuto un ritiro virtuale per prepararci a vivere la nostra celebrazione con maggiore decisione e piena fiducia in Dio.  Hanno fatto il ritiro i membri della nostra Fraternità Nazarena di Ambato, alcuni fratelli delle altre Fraternità dell’Ecuador, così come i nostri Fratelli Consiglieri. Il ritiro è stato diretto dal fratello Fernando Cob. Il tema era: Le chiavi per vivere in una Fraternità Nazarena. È stato un tempo dedicato alla preghiera e alla riflessione, sia personale che comunitaria, che ci ha permesso di riconoscere che Dio ci ha chiamato: noi abbiamo accettato la sua chiamata e siamo convinti che ci darà i mezzi per adempiere fedelmente all’impegno che abbiamo preso.

Certamente siamo fiduciosi che con l’intercessione del nostro Fondatore e la benedizione della Santa Famiglia di Nazareth potremo vivere e condividere la gioia del Vangelo negli ambienti in cui ognuno di noi vive. E siamo convinti che in futuro numerosi fratelli delle fraternità riceveranno questa chiamata e accetteranno l’impegno di vivere con amore per Dio e per il prossimo secondo il carisma nazareno.

Certamente siamo fiduciosi che con l’intercessione del nostro fondatore e la benedizione della Santa Famiglia di Nazareth potremo vivere e condividere la gioia del Vangelo negli ambienti in cui ognuno di noi vive. E che in futuro più fratelli fraterni ricevano questa chiamata e accettino l’impegno di servire con amore per Dio e per il prossimo secondo il carisma nazareno.